sabato 14 maggio 2011

"Avanti - molto resta da fare"



"Avanti - molto resta da fare"...

  (  Don Giovanni Bosco ) 


    
 
http://4.bp.blogspot.com/_v64Ab6FA7ag/TG6ccaUuIpI/AAAAAAAABBY/xTFAC8TiD-o/s1600/canc.torcivia.jpg

S.E. Dott. Giuseppe Torcivia
Cavaliere di Gran Croce di Giustizia dell'Ordine Teutonico della Sovrana Casa di Svevia
Gran Cancelliere Magistrale

Ambasciatore Plenipotenziario Dell'Ordine




Oggi i Cavalieri teutonici della Sovrana Casa di Svevia possono essere considerati i custodi della continuità di una tradizione secolare che intendono proiettarla nel futuro. Essi sono il simbolo di un pregevole e nobile impegno al servizio della collettività, di una società dove la solidarietà, il rispetto degli altri, la fratellanza sono valori che in molti si sono affievoliti o del tutto scomparsi. I Cavalieri Teutonici di Svevia sono consapevoli che in questo mondo non esistono uomini perfetti ma solo intenzioni perfette; non esistono grandi uomini ma solo grandi azioni che gente normale come loro hanno saputo compiere. Tutto si è realizzato e si realizza pienamente solo attraverso uno sforzo collettivo, un'opera corale, un impegno comune. L'Ordine dei cavalieri Teutonici esiste per servire e non per essere serviti; la grande Famiglia Teutonica sparsa in tutto il mondo raccolta attorno al Gran Maestro Ereditario, Principe Paolo Francesco Barbaccia Viscardi, vive per andare incontro ai più deboli e non per cercare posti comodi tra i più forti. I Cavalieri Teutonici non barattano i valori in cui credono per farli trionfare con l'esempio, l'azione quotidiana, spesso o quasi sempre con sacrifici personali. La forza dell'Ordine viene dalla stima della gente perché l'Ordine è vicino ad essa e perché ai valori fragili oppone valori forti.
Mi piace sempre ricordare le parole di Papa Giovanni XXIII : " ...Chi è portatore convinto di questi valori e osservatore attento e generoso delle necessità umane non può avere nella storia un compito di retroguardia, ma è chiamato a far avanzare il mondo ". Forti di questa consapevolezza i Cavalieri non chiamano problemi quelli che per molti sono soli fastidi. Desiderosi di riuscire, sempre e in meglio, a far convivere tradizione ed azione nella evoluzione. Tutti proiettati verso un nuovo modo di vivere il futuro perché, se Dio lo consentirà, è li che trascorreranno il resto della loro vita, dolce o aspra, difficile o agevole, breve o lunga; è li che svolgeranno le azioni quotidiane per un mondo migliore e più giusto. Tutto ciò che di bello e importante è stato fatto dall'Ordine è frutto di una grande armonia,di una intensa condivisione di valori tra Principe-Gran Maestro, Padri Spirituali, Priori, Cavalieri, Dame rappresentando i sogni e la realtà del passato nel valore del presente. Armonia, compattezza, condivisione sono essenziali per l'Ordine. Una catena è forte se più forti sono i suoi anelli. I Cavalieri hanno bisogno della vicinanza e del plauso della gente perché vivono anche di soddisfazioni, di emozioni che rallegrano l'anima, riempiono la vita,d anno gioia, vigore nell'affrontare sempre più nobili impegni in modo instancabile e determinato. Nella consapevolezza che se molte volte la mente pone dei limiti il cuore li saprà superare.
I Cavalieri Teutonici hanno una storia leggendaria, sono famosi, sono importanti, ma non potenti; sono orgogliosamente disponibili, ma umili. Non dispongono di grandi mezzi e non possono fare molto da soli; possono contribuire a migliorare la società soltanto con l'aiuto della società stessa. Consapevoli che bisogna sempre dare, dare per ricevere e poi distribuire, ricevere e poi dare. Fiduciosi di poter contare sul cuore dei più fortunati, dei più disponibili, dei più sensibili, degli affiliati, degli amici e dei simpatizzanti dell'Ordine, non per quello che è stato fatto ma soprattutto per quello che possono fare e per dare sempre di più. I Cavalieri Teutonici della Sovrana Casa di Svevia sono fieri dei nuovi ruoli che l'Ordine recentemente ha conquistato : essere nel DIPARTIMENTO DELLE NAZIONI UNITE PER GLI AFFARI ECONOMICI E SOCIALI- UN (DESA)-Filiale O.N.G, integrato nella Civil Society Organizations (CSO); essere nel REGISTRO DEI RAPPRESENTANTI DI INTERESSI DELLA COMMISSIONE EUROPEA tra gli ENTI NON GOVERNATIVI ( O.N.G.), elencati nella The World Association of Non-Governmental Organizations (WANGO). Mentre sono in corso altre importanti iniziative istituzionali e quelle di collaborazione internazionale e di partecipazione sociale al livello mondiale.
Sicuri che per molto tempo ancora gli storici continueranno a scrivere pagine e pagine di successi, di traguardi; racconteranno episodi esaltanti, azioni nobili, imprese importanti e così la leggenda dei Cavalieri, con la croce nera sul mantello bianco continuerà a vivere negli anni a venire-
" ..Avanti ..........................molto resta da fare ".

Nessun commento: