sabato 17 dicembre 2011

Auguri di Amore, Pace, Gioia e Speranza

L'Ordine Teutonico della Sovrana Casa di Svevia
fa a tutti gli AUGURI di BUON NATALE e di FELICE ANNO 2012!

***
The Teutonic Order of the House of Antiochia e Swabia wish all
Merry Christmas and Happy New Year 2012!
MESSAGGIO AUGURALE

********************
P.pe Paolo F. Barbaccia Viscardi

Nella prossimità delle Sante Feste Natalizie sono lieto inviare a Sua Altezza Gran Maestro, alle Dame ed ai Cavalieri del Sovrano Ordine Militare Teutonico Dinastico di Svevia i più sentiti Auguri di Amore, Pace, Gioia e Speranza.
Che il Celeste Bambino possa ricolmarci delle Sue Grazie e Benedizioni.
Invoco di cuore che il Nuovo Anno 2012 sia un anno di Serenità, di Prosperità e Salute, in questo difficile momento che stiamo vivendo; illuminato dal messaggio natalizio del Santo Padre.
Durante le Solenni Festività assicuro il mio ricordo e benedizione a tutti Voi nelle mie preghiere.

***
Vescovo Bernardo Gremoli
    
 
Vescovo S.E. Rev.ma Mons. Giovanni Bernardo Gremoli
Cappellano Prelato dell'Ordine Teutonico Dinastico

MESSAGE of GREETINGS
******************************************
P.pe Paolo F. Barbaccia Viscardi

In the vicinity of Holy Christmas holidays I am pleased to send to His Highness the Grand Master, to the Ladies and the Knights of the Sovereign Military Dynastic Teutonic Order of Swabia our heartfelt wishes for Love, Peace, Joy and Hope.
Let the Child fill us with His heavenly graces and blessings.
I invoke
cordially that New Year 2012 to be a year of Happiness, Prosperity and Health, in this difficult moment we are living, enlightened by the Holy Father's Christmas message.
During the solemn festivities I assure you of my remembrance and blessing to all of you in my prayers.

Bishop Bernard Gremoli

    
 


martedì 13 dicembre 2011

“Castelli, castelletti e caseforti del Friuli Venezia Giulia, con le ex province di Gorizia e Trieste oggi in Slovenia“

NOBILITY AND HERALDRY - YESTERDAY AND TODAY

It was published the new book by Georgio Geromet and Renata Alberti "Castles, fortresses and casaforte-s of Friuli Venezia Giulia, with the former provinces of Gorizia and Trieste in Slovenia today" (Lugli Editore).
The book, accompanied by about eight hundred pictures, suggests the story, though in summary form, of more than two hundred castles, fortresses and casaforte-s that are present in the region, in Trentino, in neighboring Slovenia and beyond the Alps.

The narration is more facinating as there are more than a hundred noble families presens inside that have made ​​the history of the place, about three hundred coat of arms that identify their presence at the site, a hundred of iconographic reconstruction of castles today in ruins, in order to help the reader to immagine of how they could look like in the Middle Ages. In the book there are pictures, many in colors, portraits and photographs of past and present, rooms, halls and other rooms of castles and fortifications still inhabited by the families.

NOBILTA' E ARALDICA - IERI E OGGI

E' uscito l’ultimo libro di Giorgio Geromet e Renata AlbertiCastelli, castelletti e caseforti del Friuli Venezia Giulia, con le ex province di Gorizia e Trieste oggi in Slovenia“ (Luglio Editore).

Il volume, corredato da circa ottocento immagini, propone la storia, anche se in forma riassuntiva, di più di duecento castelli, castelletti e caseforti, presenti in regione, in Trentino, nella vicina Slovenia ed Oltralpe.

Lo scritto è reso avvincente dalla citazione di più di un centinaio di famiglie nobili che hanno fatto la storia del luogo, di circa trecento scudi araldici che identificano la loro presenza nel sito, di un centinaio di ricostruzioni iconografiche dei castelli oggi in stato di rudere, attraverso le quali il lettore può prendere visione di come potevano presentarsi in epoca medioevale. Le immagini, molte a colori, riprendono ritratti e fotografie del passato e del presente, sale, saloni ed altri ambienti dei castelli e delle fortificazioni ancor oggi abitate dalle famiglie che, decorosamente e con non poche difficoltà, ne mantengono integra la struttura. Questo lavoro è nato dalla volontà di riunire in un'unica pubblicazione i complessi fortificati esistenti, in modo da fornire al lettore, anche non esperto nel settore, un itinerario storico da ripercorrere sfogliando le pagine del volume, per il quale sono stati necessari molti anni di ricerche, sopralluoghi, consultazioni ed interviste.

Un capitolo è dedicato alle casate nobili residenti in Friuli Venezia Giulia, ma con castello fuori regione, un altro alle località fortificate prive di castello, per concludere con una serie di medaglie, realizzate da Geromet e coniate per Enti, Musei ed Associazioni, che riprendono alcuni dei citati castelli e siti fortificati.


domenica 11 dicembre 2011

"UN ALTRO GIORNO, UN ALTRO ANNO"


"UN ALTRO GIORNO, UN ALTRO ANNO"


    
 
http://4.bp.blogspot.com/_v64Ab6FA7ag/TG6ccaUuIpI/AAAAAAAABBY/xTFAC8TiD-o/s1600/canc.torcivia.jpg

S.E. Dott. Giuseppe Torcivia
Cavaliere di Gran Croce di Giustizia dell'Ordine Teutonico della Sovrana Casa di Svevia
Gran Cancelliere Magistrale


E' il momento, credo per tutti noi, di pensare cosa siamo stati nell'anno che sta per finire..... se sono più i ricordi o le speranze.

Personalmente credo che in questo nuovo anno che sta per arrivare, noi non dobbiamo trovare motivi per abbandonarci alle nostalgie del passato, poiché qualsiasi cosa ci riservi il futuro, il nostro presente lo stiamo già costruendo.

Particolarmente quest'anno i nostri auguri sono dedicati ai giovani disoccupati, agli emarginati, a chi ha perso il lavoro, ai nuovi poveri, a chi segue un sogno nella vita, ai tenaci, ai testardi, agli ostinati, a chi cade e si rialza, a chi riprova sempre, e non molla mai, a coloro che guardano avanti, a quelli che sperimentano sempre, ai coraggiosi, a quelli che credono nel futuro, e non smettono mai di sognare.

Questi auguri sono dedicati affettuosamente ai nostri Cavalieri, alle nostre Dame e alle loro Famiglie che sono nell'Ordine Teutonico di Svevia, a tutti quelli che ci sono stati e a tutti quelli che ci auguriamo verranno; a tutti quelli, e sono molti, che hanno parlato bene di noi; a tutti quelli, e sono pochi, che hanno parlato male di noi perché la non conoscenza, la superficialità, l'invidia, la cattiveria, l'ignoranza fanno male ai deboli e non scalfiscono i forti.

Tanti auguri a chi......non ha nessuno che gli faccia gli auguri.


(Elaborato su documenti e lettere Accademia "Res Aulica"A.C. (BO))